Taste of Roma: nella capitale in scena il Festival del Gusto

Dal 19 al 22 settembre 2019 si aprono le porte dell’ottava edizione di Taste of Roma, tra i principali eventi gastronomici della Capitale che ogni anno unisce il buon cibo all’amore per la condivisione.

L’Auditorium Parco della Musica ospiterà per 4 giorni foodies, gourmet, appassionati e curiosi che, per l’occasione, avranno la possibilità di vivere un’esperienza unica all’insegna della grande ristorazione. 14 grandi chef della Capitale proporranno un menu degustazione da 4 portate gourmet, ma ci sarà anche la possibilità di scoprire le “eccellenze italiane” degli espositori e di provare ai Wine Bar Trimani una speciale selezione di etichette scelte ad hoc per esaltare al meglio le 56 portate gourmet. Grande ritorno per la Scuola di Cucina e Il Salotto del Vino e tra le novità la fiammante BBQ Academy.

Taste of Roma attenderà ospiti, appassionati e semplici curiosi all’Auditorium Parco della Musica: tante le novità studiate per creare nuovo interesse e per renderlo un appuntamento imperdibile per chi ama la buona cucina. Un’occasione unica per chi desidera vivere un’esperienza enogastronomica irripetibile da condividere con amici, famiglia, partner e colleghi. Decine di piatti gourmet, realizzati da grandi maestri della cucina, potranno come sempre essere degustati a un prezzo accessibile (dai 6 ai 10 euro). Numerosi gli chef di fama internazionale presenti: una chance da non lasciarsi sfuggire per assaporare la loro idea di cucina, espressa in 4 portate.

Il colore e il suo abbinamento al cibo sarà il tema dell’edizione 2019 di di Taste of Roma che prenderà vita nel piatto icona che ogni chef realizzerà ad hoc per raccontare l’evoluzione della propria cucina, permettendo a tutti di percorrere un viaggio che coinvolgerà tutti i 5 sensi. La componente cromatica del cibo non si limiterà infatti all’aspetto visivo, ma riporterà alla memoria determinate esperienze ed emozioni, creando aspettative sul gusto. I colori presenti saranno: il rosso, il verde, il bianco, l’arancione e il nero.