Immersioni, col fiato sospeso…

Negli ultimi anni la cosiddetta immersione “sportiva” (o ricreativa) si è progressivamente diffusa permettendo ad un maggior numero di persone di cimentarsi in questo sport, molto tecnico e fisico che richiede mesi di preparazione preliminare, teorica e pratica. La subacquea, infatti, permette di scoprire sensazioni inedite e di osservare, da un punto di vista privilegiato, un universo mozzafiato. L’immersione è un’esperienza davvero affascinante, un momento unico da condividere tra subacquei, nel totale piacere dei sensi.

Un giro in barca attorno alle isole. Dopo le ultime spiegazioni teoriche, la guida prepara l’attrezzatura necessaria. E’ il momento del tuffo: con le bombole di ossigeno, scendete progressivamente sott’acqua… Il ritmo respiratorio emerge dal rumore di fondo. D’improvviso si avverte nitido, amplificato, sempre costante. Strabuzzate gli occhi: finalmente lo spettacolo è lì, sotto i vostri occhi…

Negli ultimi anni la cosiddetta immersione “sportiva” (o ricreativa) si è progressivamente diffusa permettendo ad un maggior numero di persone di cimentarsi in questo sport, molto tecnico e fisico, che richiede mesi di preparazione preliminare, teorica e pratica. Ma ne vale sicuramente la pena: solo la subacquea, infatti, permette di scoprire sensazioni inedite e di osservare, da un punto di vista privilegiato, un universo mozzafiato.

 

Come quello del paradiso naturale delle Galapagos, ad esempio, considerate tra le migliori dieci destinazioni subacquee, secondo alcuni addirittura la miglior location a livello mondiale. Per godere a pieno di uno dei luoghi-culto le crociere diving sono l’ideale. Si tratta di crociere subacquee che offrono dalle due alle tre immersioni al giorno (in buone condizioni climatiche sono garantite anche le immersioni notturne). Ma le immersioni alle Galapagos sono consigliate solo a sub esperti, in quanto le acque sono fredde e l’intensità e il flusso delle correnti sono spesso molto impegnativi. Nelle acque che sono Patrimonio Mondiale dell’Unesco e fanno parte della World Biosfere Reserve (la riserva marina è la seconda più grande al mondo) ci si può imbattere nei grossi predatori: a Darwin e Wolf si incontrano gli squali martello; nel canale di Bolivar transitano i cetacei, a Capo Douglas ci sono le iguane marine, tra i fondali di Champion le otarie, oltre naturalmente ai pesci e rettili diffusi un po’ ovunque come squali delle Galapagos, tartarughe marine, carangidi, tonni, cernie, aquile di mare, leoni marini, ecc.

 

L’immersione è un’esperienza davvero affascinante, un momento unico da condividere tra subacquei, nel totale piacere dei sensi. Avete mai esplorato il fondale marino dell’isola d’Elba nel mare della Toscana? La risposta è no? Non sapete cosa vi siete persi. In un week-end all’Isola d’Elba le esperte guide locali sono in grado di farvi scoprire i luoghi più spettacolari dai colori unici e indimenticabili: i fondali dell’isola d´Elba in Toscana custodiscono un campionario esaustivo dell’immenso patrimonio naturalistico racchiuso nel Mar Tirreno. Grotte e stretti passaggi fra le rocce offrono scorci scenografici. Non mancano poi preziose testimonianze sommerse degli antichi traffici marittimi e non è raro vedere emergere dal fondo reperti di varia natura come frammenti di anfore e altre suppellettili.

 

Un week-end diving, denso di immersioni sub vi regalerà delle sensazioni uniche anche nelle zone del litorale francese. I fondali marini della regione di Brest rappresentano un patrimonio incontaminato. Allo stesso modo i fondali marini del Mediterraneo sono tra i più belli d’Europa: la Corsica e la Costa Azzurra possono vantare dei fondali tra i più interessanti e spettacolari d’Europa, grazie alle acque cristalline, ricche di fauna e di flora. Un’immersione tra le più rinomate della Corsica è "le banc provencal". E’ il luogo d’incontro delle cernie e una fauna particolarmente abbondante, costituita da dentici, pesci corvo, orate, mustelle…

L’esperienza subacquea è ricca di stimoli che danno al sommozzatore la possibilità di provare l’esaltante esperienza dell’assenza di gravità. Ma l’immersione nell’affascinante mondo sommerso è molto di più di una suggestiva avventura. Può diventare l’occasione per un viaggio ancora più profondo, che regala un contatto, prima abbozzato e poi via via sempre più definito, con la parte più intima del nostro essere.

 

Ivano Basile