81mo Salone dell ?Auto di Ginevra

Il Salone di Ginevra è senza dubbio l’evento europeo più importante per l’intero mondo dei motori, che va a mettersi in competizione con quello americano di Detroit di gennaio. L’appuntamento di quest’anno segnerà, comunque vada, una ripartenza dopo anni di perdite vertiginose, nel senso di immatricolazioni e fiducia in caduta libera. Ottimismo, in primis, per chi deve trovare il coraggio di investire e proporre nuovi modelli, con un mercato che sembra non rispondere agli stimoli. Anche in questo le Case si sono divise e c’è chi rinnova la gamma a getto continuo e chi rimanda a tempi migliori. Ecco perché la classica "locandina" del Salone di Ginevra, quella che caratterizza gran parte degli strumenti di comunicazione del Salone, stavolta strizza l’occhio al piacere. Tutto è stilizzato e in stile cartoon, ma a partire dalla scelta dei colori non mancano spunti di riflessioni e sorprese legate al moderno marketing a motori. Sono gli stessi organizzatori del Salone a dichiararlo apertamente: “l’auto del futuro deve essere funzionale, versatile economica ed ecologica. Ma non importa quali siano le dotazioni tecnologiche, al centro deve rimanere l’elemento umano”. Auto presenti al Salone, quest’anno saranno:

Nuova Kia Pro Cee’d
Kia ha ritoccato la Pro Cee’d, che viene modificata soprattutto nella parte anteriore, facendola assomigliare alla versione berlina della Cee’d. Le modifiche principali riguardano la mascherina frontale più grande, i nuovi fari, il paraurti e le prese d’aria. Anche internamente ci sono alcune modifiche nelle finiture. Le modifiche non sono solo però estetiche: infatti sarà aggiunto alla gamma anche un nuovo 1.6 quattro cilindri turbodiesel Euro 5 da 128 CV, cioè 13 in più rispetto ai 115 dell’attuale. Kia dichiara che la Pro Cee’d con questo motore può scattare da 0 a 100 km/h in 10,6 secondi e percorrere ben 22,2 km/l, con emissioni di 117 g/km di CO2. Questo motore arriverà anche sulle versioni berlina e SW.

Pagani C9 Huayra
Pagani ha pubblicato online un video teaser della durata di 30 secondi, che introduce l’erede della Pagani Zonda, meglio conosciuta come Pagani C9. Sebbene questo video mostri ben poco, Pagani ha confermato che sarà usato un motore V12 6.0 Mercedes da 700 CV e più di 1.000 Nm di coppia. Il telaio dovrebbe essere realizzato in carbonio e titanio, mentre la Pirelli creerà degli pneumatici su misura. Il prezzo finale dovrebbe essere di circa 900mila euro. Riguardo al nome dell’auto, Pagani ha depositato il marchio Huayra, che significa “vento” nell’antica lingua sudamericana quechua, proseguendo così la tradizione della casa modenese di chiamare le proprie auto con nomi legati ai venti: Zonda è infatti un vento argentino.

Mercedes SLK

Il debutto della nuova Mercedes Slk sarà ai festeggiamenti dei 125 anni di Daimler AG, che si terranno al Museo Mercedes di Stoccarda. La nuova Slk si differenzia per una capote in metallo con tetto panoramico e con il Magic Sky Control, un dispositivo che regola la trasparenza del vetro. La nuova Mercedes Slk riprende alcune caratteristiche estetiche della SLS AMG e della nuova CLS, con i fari che utilizzano la tecnologia LED. Di serie il sistema Eco start&stop, che dovrebbe ridurre i consumi fino al 25%. La gamma sarà composta da tre versioni: la Slk 200 CGI, versione entry level con motore 1.8 da 184 CV che permetterà di raggiungere 235 km/h di velocità massima e accelerare da 0 a 100 in 7 secondi. La roadster sarà poi disponibile nelle versioni Slk 250 CGI con il 1.8 da 204 CV e Slk 350 CGI con il V6 da 310 CV. Disponibili sul mercato europeo a partire da giugno.

Ferrari FF
La spettacolare sportiva, che il Cavallino Rampante svelerà tra il 3 ed il 13 marzo, ci lascerà sorpresi. All’interno dello stabilimento di Maranello della casa automobilistica del Gruppo Fiat la nuova vettura sportiva viene indicata con la sigla FF Ferrari Four che, quasi certamente, non sarà poi utilizzata per la commercializzazione. La nuova Ferrari Four sarà lunga 4.907 millimetri, quanto l’attuale Ferrari 612 Scaglietti, che si dice andrà a sostituire. Dietro la carrozzeria sportiva della nuova FF, la casa automobilistica Ferrari installerà un inedito motore 6,3 litri benzina, dodici cilindri configurati a V, accoppiato al sistema HY-KERS (presentato proprio a Ginevra, durante la scorsa edizione della manifestazione), cioè ad un motore elettrico di piccole dimensioni, al sistema di recupero dell’energia in frenata e al dispositivo ecologico Start&Stop. Il cambio sarà il robotizzato, doppia frizione, a sette marce. La nuova sportiva Ferrari sarà dotata, poi, di trazione integrale, grazie ad una frizione centrale che innesterà o scollegherà l’assale anteriore, nel caso quello posteriore fosse in difficoltà.

Mazda Minagi Concept

Il Salone di Ginevra 2011 sarà l’occasione in cui la casa costruttrice Mazda presenterà al pubblico la sua concept car Minagi. E’ un crossover compatto che unisce le tecnologie SkyActiv, perfetta armonia tra il piacere e le prestazioni di guida, dotazioni di sicurezza e rispetto dell’ambiente ai massimo livelli, con l’emozionante design Kodo, capace di comunicare una sensazione di energia unita ad una grande vitalità quando la vettura si muove agilmente in un tentacolare contesto urbano.
Rappresenta l’evoluzione del brand e l’inizio di una nuova filosofia ispirata dal concetto di “soul in motion” (anima in movimento). Tutto sulla Mazda Minagi è a tecnologia SkyActiv, dal motore alla trasmissione, dal telaio alla carrozzeria. In questo modo è stato possibile ridurre il peso dell’auto alzando contemporaneamente il livello delle dotazioni di sicurezza.

Saab 9-5 SportCombi

Elegante e divertente da guidare, la SportCombi rappresenterà una scelta alternativa al segmento premium delle wagon di grandi dimensioni. Lungo profilo del tetto, lunotto inclinato e cristalli laterali avvolgenti, portellone posteriore elettrico, fari bi-xeno, aria condizionata tri-zona e un Head-up display. Il bagagliaio può raggiungere una capacità di 1.585 litri ed è dotato di cassetto stagno e presa di corrente da 12 volt. La Saab 9-5 SportCombi verrà equipaggiata con la stessa gamma di motorizzazioni della berlina, ovvero 1,6/2,0/2,8 litri benzina e un motore 2,0 litri diesel sovralimentato. Le vendite cominceranno negli Stati Uniti.

 

di Paolo Vaccaro