Tesla alla conquista dello spazio: Musk manda la prima auto in orbita

Da ieri sera lo spazio si è arricchito di un nuovo, inedito, “ospite”. Si tratta dello Starman di Elon Musk, il cofondatore di Tesla, che a bordo della sua Roadster ora si trova ad orbitare attorno al nostro pianeta verso chissà quale remota destinazione. Un lancio storico quello avvenuto nella serata di ieri (ora italiana) presso il Kennedy Space Center a Cape Canaveral, in Florida: innanzi tutto a portare nello spazio l’auto col suo passeggero è stato il Falcon Heavy, il più potente razzo mai realizzato. Particolarità di questo razzo, è il più economico tra quelli fin qui utilizzati (costa “solo” 90 milioni di dollari), ed è in parte riutilizzabile. 2 dei 3 propulsori che lo compongono infatti, dopo il decollo, sono letteralmente tornati alla base pronti per essere in futuro riutilizzati. In questo caso, in termini di risparmio economico, i vantaggi sono enormi.

Accanto a questo lancio storico va poi citato il fatto che Elon Musk, CEO di SpaceX e di Tesla, ha spedito letteralmente la sua Roadster in orbita. Non sarà sola l’auto nel suo viaggio spaziale, a bordo infatti è presente un manichino che, vestito con una vera tuta da astronauta, dal lato del guidatore potrà ammirare tutto ciò che lo circonda. In primis il nostro pianeta, come si può vedere nel video che ritrae la Tesla e il suo occupante vagare per lo spazio con la Terra sullo sfondo. Intenzione iniziale di Musk era quella di far arrivare l’auto su Marte: secondo i primi calcoli però Starman punterà dritto verso la fascia di asteroidi situata tra la Terra ed il Pianeta rosso. Nel lungo viaggio potrà fargli compagnia una copia della “Guida galattica per autostoppisti” situata nel cassetto del cruscotto.

Qui di seguito la spettacolare diretta realizzata che ritrae Starman a bordo della Tesla vagare per lo spazio: