Tempo di anteprime a Pitti Immagine Uomo

Una superficie di 59.000 mq. 734 aziende e 889 marchi in totale, di cui 276 stranieri. Numeri da capogiro quelli che introducono la settantaseiesima edizione di Pitti Immagine Uomo, un’anteprima mondiale delle collezioni di abbigliamento e accessori primavera/estate 2010. Appuntamento a Firenze dal 16 al 19 giugno con ingressi quotidiani tutti i giorni dalle 9,00 alle 18,00.

Sono tanti i progetti speciali e le anteprime in Fortezza per questa edizione: da Brooks Brothers, che partecipa per la prima volta, il rientro di Allegri che presenta le sue tre linee, inclusa la main firmata da Francesco Scognamiglio, fino al debutto del primo total look e del nuovo corso stilistico del marchio beachwear Vilebrequin; e ancora i rientri illustri come quelli di Lardini e di Malo, accanto alla proposta consolidata di aziende top dell’eleganza maschile come Corneliani, Church’s e Brunello Cucinelli nel Padiglione Centrale, o come Cruciani che a questa edizione amplia i propri spazi al Piano Inferiore. E a questo Pitti Uomo presenta un’importante novità il Classico Italia, l’area che raggruppa i migliori marchi del Made in Italy, con un nuovo layout allestitivo curato dal designer Piero Lissoni. L’area dell’informale dichiara la sua natura sempre più estesa e vitale con un pool di novità, come l’anteprima e gli spazi speciali dedicati alla collezione di Scotch & Soda e ai nuovi progetti dei marchi del Gruppo Tomasoni Topsail (North Sails e Henri Lloyd Italy), accanto ai rientri di Sergio Tacchini e di Helly Hansen. Infine, da segnalare la partecipazione a Pitti Uomo di Culti, che porta alla Fortezza da Basso il suo progetto di lifestyle.

Tra le iniziative in città da segnalare la partecipazione di Ballantyne, che sarà a Firenze nei giorni di Pitti Uomo per un evento e l’anteprima esclusiva della collezione S+arck with Ballantyne, realizzata in collaborazione con Philippe Starck; la performance-evento che celebra il debutto della collezione uomo e i 50 anni di una griffe storica come Mila Schön.

Spazio speciale che Pitti Uomo riserva ai nomi nuovi, New Beat(s) guarda alle linee di giovani marchi d’avanguardia che uno scouting attento ha segnalato come i più interessanti a livello internazionale. Trasformate dal nuovo layout curato della designer Ilaria Marelli, gli spazi del Lyceum mettono in scena 14 proposte di fashion designer emergenti provenienti da tutto il mondo, dalla Francia alla Corea, dalla Germania agli Stati Uniti.

Welcome to my house è invece l’area dedicata allo stile della strada, e ospita una selezione di giovani ma già conosciute realtà che incentrano la loro ricerca sulla street culture. In Citylights,  allestimento curato da UP! - studio design, gruppo di designer con sede a Parigi, l’altra parte del Lyceum ospita in un ambiente scenografico e luminoso, liberamente ispirato alla celebre pellicola di Chaplin, una selezione di 13 progetti ad alto tasso di creatività.

 

Nicola Bellodi

 

www.pittimmagine.com