Sicurezza a portata di strada

 

TRW Automotive Holdings Corp ha confermato l’impegno per la riduzione
del numero di incidenti, e delle loro conseguenze, attraverso il proprio
contributo per una sicurezza a disposizione di tutti.
 
Peter Lake, Executive Vice President Sales and Business Development TRW
Automotive, ha dichiarato: “Con l’inizio del nuovo decennio, guardiamo
con ottimismo alla nostra capacità di collaborazione con gruppi
industriali, con i governi nazionali e con i nostri Clienti, per dare un
contributo concreto alla sicurezza stradale".
  
Secondo statistiche dell’OMS, ogni anno muoiono ancora nel mondo circa 1,3 milioni di persone in incidenti stradali, sebbene l’industria abbia profuso nell’ultimo decennio un notevole impegno per migliorare la protezione degli occupanti. Dall’inizio del nuovo millennio, in Europa, il tasso di mortalità annuale è diminuito di oltre il 28% e in Nord America del 10%, ma è opinione comune che ci sia ancora molto da fare. Sebbene, infatti, la situazione sia in costante miglioramento, le sfide legate all’enorme crescita dei mercati emergenti richiedono la definizione di nuovi obiettivi in termini di sicurezza sulle strade: basti pensare che nel 2000 sono stati prodotti in Cina circa due milioni di veicoli ma, alla fine del decennio, la produzione annuale ha toccato 12 milioni di unità.
 
Lake ha commentato: “Il panorama del settore automotive è radicalmente cambiato rispetto a 10 anni fa. Abbiamo visto arrivare nuovi protagonisti sul palcoscenico mondiale, come i mercati cosiddetti “BRIC” o emergenti (Brasile, Russia, India, Cina), ma abbiamo anche attraversato un periodo di crisi senza precedenti. Nel futuro, la priorità per mercati affermati sarà di rendere convenienti e alla portata di tutti le tecnologie di sicurezza avanzate, installandole sul più ampio spettro possibile di piattaforme, incluso il segmento delle piccole utilitarie a bassi consumi e il segmento dei veicoli cosiddetti ibridi ed elettrici.
Nei mercati emergenti, sarà al contrario necessario tornare agli elementi fondamentali della sicurezza passiva: da un lato, offrire sistemi di sicurezza attiva più convenienti e a basso costo, dall’altro, collaborare con l’industria e i governi per educare gli automobilisti e gli altri utenti della strada in un contesto, nel quale i volumi di traffico aumentano a notevole ritmo.
TRW crede profondamente nell’importanza di rendere i sistemi accessibili e convenienti in tutti i mercati globali. Grazie al nostro ampio portafoglio di sistemi di sicurezza attiva e passiva e alla nostra presenza in tutto il mondo, possiamo fare molto per supportare l’impegno dell’industria e dei governi per la salvaguardia dei cittadini. Vogliamo dare il nostro contributo per offrire la sicurezza che ogni persona merita.”
 
TRW vanta un ampio portafoglio di tecnologie di sicurezza attiva, sistemi di protezione degli occupanti in urto e sistemi avanzati di guida assistita.
Tra le principali tecnologie lanciate in prima mondiale da TRW Automotive nell’ultimo decennio, ricordiamo:
 
-  freno di stazionamento elettrico con Fiat nel 2002 e Audi nel 2004;
- primo sistema di sicurezza attivo/passivo integrato con la
tecnologia ACR (Active Control Retractor), lanciata come parte del sistema di sicurezza preventiva Mercedes nel 2002;
- primo sistema di servosterzo elettrico (EPS), lanciato per la Nissan Micra e la Fiat Stilo nel 2002;
- lancio della tecnologia radar ACC (Adaptive Cruise Control, regolatore di velocità adattivo), sulla Volkswagen Phaeton nel 2003;
- lancio del sistema di frenata rigenerativo SCB (Slip Control Boost), per il sistema ibrido a due modalità della General Motors Tahoe nel 2008;
- lancio del sistema LDW (Lane Departure Warning), basato su immagini video, per la Lancia Delta nel 2008.
 
TRW si prefigge, infatti, di rendere la sicurezza disponibile a tutti offrendo una vasta gamma di prodotti modulari, di tecnologie integrate e privilegiando l’implementazione di soluzioni a basso costo.
“I nostri ingegneri in tutto il mondo lavorano per sviluppare
soluzioni convenienti: che si tratti di creare un sistema radar anti-collisione a basso costo per il mercato delle vetture famigliari in Europa/Stati Uniti, di fornire airbag per utilitarie in India/Cina, oppure di sviluppare veicoli sempre più piccoli e sempre più leggeri".
Lake ha concluso dicendo: “Riassumendo, riteniamo che chiunque meriti di poter acquistare un veicolo con i migliori sistemi di sicurezza possibili e che questi non debbano essere disponibili solo sui modelli più lussuosi".