Saltimbanco: la citt immaginata

 

La compagnia formatasi nel 1984 grazie alla tenacia e all’ambizione di 20 artisti di strada, oggi è diventata una grande organizzazione  di altissimo livello che comprende oltre 1200 acrobati formidabili provenienti da 50 paesi diversi. Più di 100 milioni di spettatori appartenenti a cinque continenti differenti hanno potuto ammirare le performance mozzafiato messe in scena dal Cirque du Soleil: dall’incredibile prova di equilibrio, salto e velocità dei Pali Cinesi, che rappresentano i grattaceli di Saltimbanco, all’Altalena Russa con la sua altissima piramide umana, a quelli anti-gravità di Bungee e Trapezio, ai piacevoli numeri dei Giocolieri e della Bicicletta Acrobatica, fino agli immancabili e acclamatissimi Clown. Il tutto condito da una moltitudine di colori sfavillanti dei costumi, giochi di luce, musica incantevole e tanto umorismo.

Saltimbanco prende ispirazione dalla vita nelle città, dalle persone che con i loro vizi e virtù le popolano, dalla struttura moderna delle dispersive metropoli dal ritmo frenetico. L’eclettico cast trascina lo spettatore, attraverso un viaggio allegorico, all’interno di un mondo immaginario, non troppo distante dalla realtà in verità, facendo leva sulla forza delle diversità, individuali o collettive che lo caratterizzano.
Tutte le contraddizioni delle metropoli occidentali, che inglobano la ricchezza più smisurata e la povertà più sconcertante, la bellezza e la sciatteria, l’allegria e la tristezza, vengono rappresentate nello spettacolo, che riesce a riflettere l’immagine di un mondo dove tutto è possibile, nel bene e nel male. A trasportare lo spettatore/cittadino in questa avventurosa camminata per le strade, interviene la musica eterea, barocca, dal ritmo cosmopolita di René Dupéré, coinvolto nella creazione melodica per Saltimbanco sin dalla sua origine.
Il compositore ha spiegato che il tema della musica per Saltimbanco è la “vita nella città”, in cui ciascuno può esplorare con la propria fantasia la città che ha in mente: “Ho cercato di creare il rumore di una città piena di luce e di speranza. Il“panorama musicale” di una città va al di là del rumore del traffico nell’ora di punta. Nel cuore di New York, per esempio, il suono dell’alba sembra lo stesso suono di una campagna…”.

Tra i personaggi di spicco dello spettacolo troviamo, tra gli altri, il Barone: un Virgilio che farà da guida nel mondo di Saltimbanco. È un personaggio senza età che racconta incantevoli storie del passato. Inevitabile è la Morte: che ci ricorda senza pietà che siamo tutti mortali. Ci sfida a vivere il presente come se la nostra ora fosse vicina. Immancabile poi un giullare, il clown Eddie: che rappresenta il bambino dentro ognuno di noi capace di inventare tutto quello di cui ha bisogno. E ancora, la Bella: che riflette con il suo leggiadro canto tutte le emozioni umane. E, infine, i  Barocchi: che dormono sotto i ponti e vengono fuori per celebrare la vita; sono insolenti e ribelli, liberi e anticonformisti, e hanno una visione del mondo profondamente lucida e cinica.
Tante storie e avventure verranno narrate in Saltimbanco, che altro non è che la realtà mascherata dietro un velo di magia.

di Laura Saggio

INFORMAZIONI SUGLI SPETTACOLI DI SALTIMBANCO A ROMA:
Luogo: Palalottomatica

Programma Spettacoli (Dal 15 al 18 marzo 2012):
Giovedì 15 marzo ore 20:00
Venerdì 16 marzo ore 20:00
Sabato 17 marzo ore 16:00
Sabato 17 marzo ore 20:00
Domenica 18 marzo ore 13:00
Domenica 18 marzo ore 17:00

BIGLIETTI:
Categoria 1    70 euro + prevendita
Categoria 2    60 euro + prevendita
Categoria 3    45 euro + prevendita
Categoria 4    35 euro + prevendita