Roma-Formula 1, c' l'accordo

Dalle chiacchiere ai fatti. Il Gran Premio di Formula 1 a Roma sta per diventare realtà. L’ideatore ed organizzatore dell’evento, Maurizio Flammini, infatti, ha annunciato che è già stato firmato il primo accordo con Bernie Ecclestone, patron del circus a quattro ruote. Il lavoro però è tutt’altro che terminato. Lo stesso Flammini, già creatore della Superbike, ha precisato che ora la priorità è “sviluppare tutto il progetto assieme a Comune e Regione e avere quindi le autorizzazioni da tutti gli organi competenti”.

 

Anche Gianni Alemanno, sindaco della capitale, ha positivamente commentato la notizia dell’accordo raggiunto, collegandolo all’importanza che la città sta assumendo a livello mondiale e che potrebbe portare all’organizzazione dei Giochi del 2020:  “Pensiamo che il Gran Premio di Roma sia molto importante e siamo favorevoli. Tra l’altro sarebbe un viatico per le Olimpiadi, una proiezione internazionale di Roma. E non è vero che è in alternativa a Monza, è integrativo”.

 

Nonostante sia estremamente suggestiva, la notizia ha subito suscitato polemiche, in particolare si è lamentato vibratamente il sindaco di Monza che teme per il futuro dello storico Gran Premio d’Italia: “Questo succede perché siamo stati lasciati soli a difendere il Gran Premio di Monza” ha dichiarato Marco Mariani, primo cittadino brianzolo. Al vetriolo le parole di Cesarino Monti, senatore della Lega Nord: “ E’ l’ultimo atto di arroganza di una capitale parassita che da 2000 anni vive togliendo l’ossigeno alle altre città”.

 

Anche la Lega ha preso posizione con una nota ufficiale specificando di non credere ad Alemanno quando afferma che Roma non è un’alternativa a Moza: “ Non lo è perchè gli sponsor istituzionali quando vedono che scende in campo il Campidoglio lasceranno in agonia, fino alla morte, il circuito di Monza e il suo Gran Premio. Roma non si può prendere tutto ed è per questo che faccio appello a tutte le istituzioni lombarde, non solo brianzole, affinchè facciano muro contro questa usurpazione non dovuta e non voluta anche da parte della popolazione di Roma, ma solo degli interessi romani”.

 

Una volta tanto sono sulla stessa linea Lega e alcuni schieramenti dell’opposizione. Angelo Bonelli, presidente dei Verdi ha inviato un messaggio ad Alemanno: “ Il circuito di Formula 1 a Roma non è assolutamente necessario. Roma ha tanti problemi dal traffico, allo smog, a strade ridotte ad un colabrodo, servizi inadeguati. Il Sindaco concentri l’attenzione a risolvere questi problemi e non pensi al circuito di formula 1 che verrebbe realizzato nel bel mezzo della città bloccando un’arteria strategica di Roma come la Cristoforo Colombo per almeno un mese tra allestimento cantieri, prove e gare”.

 

W.A.