Parigi: Rodin rivive nel museo dedicato

Tra uno scatto fotografico sotto la Torre Eiffel, una visita all’Arco di Trionfo o un giro in battello sulla Senna tra le mete di Parigi non può mancare il museo Rodin. Un appassionato d’arte avrà sicuramente tra le destinazioni principali la galleria dedicata al famoso scultore e pittore francese, ma il museo Rodin rappresenta un must to be per qualsiasi turista alla scoperta di Parigi.

In questo museo sono racchiuse non solo molte opere dell’artista parigino, ma anche lavori di Claude Monet, Pierre-Auguste Renoir, Vincent van Gogh e tanti altri. Un luogo dove arte, storia e cultura si fondono, immergendo il visitatore in un contesto unico e emozionante. Il museo sorge sui due piani di un ex hotel parigino (il Biron) e, anche dopo l’ultimo restauro, ha mantenuto il suo stile rococò. Non è un caso che proprio questa struttura sia diventata a Parigi la “casa” di Rodin, in questo luogo incantevole infatti visse e lavorò  il grande pittore e scultore francese, reputato universalmente il progenitore di quella che sarà la scultura moderna, nella parte finale della sua vita (precisamente tra il 1908 ed il 1917).

Inaugurato nel 1919, il Museo Rodin è una delle principali attrazioni di Parigi con la sua vastissima collezione costituita da circa settemila sculture, centinaia di marmi, gessi e bronzi disposti in 18 sale all’interno del museo e nei giardini circostanti. Tra le principali opere in mostra segnaliamo “il Bacio”, “L’uomo che cammina”, “il Pensatore”, I borghesi di Calais e “La porta dell’Inferno”.

Sito ufficiale: Musée Rodin – Tel.: +33 (0)1 44 18 61 10
Indirizzo: Musée Rodin, 79 rue de Varenne, 75007 Paris
Audioguida: € 6 disponibile in 5 lingue (inglese, francese, spagnolo, tedesco, portoghese).