Ora vi svelo il… Destiny of wedding – L’intervista a Veronica Amati

Veronica Amati, wedding planner che da anni realizza matrimoni per stranieri in Italia, organizza un corso internazionale su come specializzarsi in questa professione. Con lei, abbiamo provato ad aprire le porte su uno dei mestieri del futuro

L’arrivo in Italia, tra timori e speranze, la cerimonia, lo scambio delle promesse, gli anelli al dito, il compimento di un sogno. Sul Lago di Bolsena, all’ombra del Colosseo, in un borgo della Toscana o in un vigneto del Nord. Sempre più stranieri scelgono il nostro Paese per celebrare le loro nozze, alla ricerca di una location esclusiva che possa fare da cornice ad uno dei momenti più importanti della vita. Ma cosa c’è dietro questo mondo? Cosa accade dietro le quinte di un matrimonio per stranieri organizzato in Italia? A chi si deve l’allestimento di un evento che, sempre di più, richiede un’organizzazione “da film”?

Provando a riavvolgere il nastro di un matrimonio, arrivando alla fase della progettazione dello stesso, quali sono gli interpreti che, dietro le quinte, contribuiscono ad una piena riuscita di questo film? In un corso che si svolgerà nell’esclusiva location di Villa Durazzo, a Santa Margherita Ligure, Veronica Amati, professione destination wedding planner (usando sempre una metafora cinematografica, il regista di un matrimonio straniero nel nostro Paese), assieme a molti altri docenti di livello internazionale, offre la possibilità a tutti gli interessati di scoprire i segreti di questo mestiere, dai primi passi in una professione in rapida ascesa, sino all’organizzazione di un vero matrimonio. Sì, perché il corso, realizzato in collaborazione con la Luiss e con la partnership di Buy Wedding, culminerà con la realizzazione di un matrimonio reale per una fortunata coppia straniera.  “The Destiny of Wedding” il titolo del corso, quasi un nome da film, perché ogni grande storia ha bisogno di un titolo all’altezza…

Veronica, ci parli del corso e del suo svolgimento?

È un corso innovativo, che culminerà l’ultimo giorno nella realizzazione di un vero matrimonio per una coppia straniera. Il progetto, chiamato “The Destiny of Wedding”, nasce da un’esigenza di formare professionisti specializzati nell’organizzazione di matrimoni per stranieri. Non solo a livelli di formazione wedding, ma anche a livello di turismo e di creazione del pacchetto che, al suo interno, contiene il matrimonio in sé.

È un corso per chi ha già un’esperienza di base o è adatto anche a chi vuole intraprendere dal principio questa strada?

Entrambe. I primi due giorni saranno focalizzati sul come iniziare ad approcciarsi alla professione, poi si entrerà via via nel vivo. Durante il corso interverrà un commercialista, che spiegherà il lato economico e fiscale dell’apertura di questa attività, ci sarà un avvocato che illustrerà l’importanza di tutelarsi contrattualmente sia con la coppia che con i fornitori. Sarà coinvolta anche una figura assicurativa, altro inedito per un corso del genere. Avremo una parte dedicata alla cura di un’immagine coordinata del brand, che va dal logo al sito internet, dal web al cartaceo. È un progetto quindi a tutto tondo, che mette in relazione varie figure professionali.

Arriva poi la parte per chi è più esperto…

Una sezione dedicata ai wedding planner, per chi già svolge questo lavoro ma organizza matrimoni per italiani e si vuole specializzare nell’organizzazione di nozze per stranieri. Il corso è aperto anche a location manager e manager di tour operator, perché sempre più stranieri si rivolgono a loro per sposarsi in Italia. Nella parte dedicata al destination wedding interverranno figure professionali internazionali che daranno nozioni di floral design, cake design, scenografia (organizzare un matrimonio richiede quasi scene e progetti da film), fotografia, tutti corsi tenuti da docenti italiani e internazionali e pluripremiati.