Note d ?estate

 La spettacolare cornice dell’Arena di Verona fa da sfondo all’ottantottesima edizione del “Festival Lirico”, già iniziata nel mese di giugno con la messa in scena della “Turandot” di Giacomo Puccini, nella regia curata da Franco Zeffirelli, in un allestimento davvero singolare – quasi in versione “kolossal” - ideato appositamente per lo scenario originalissimo dell’Arena.

Un Festival iniziato, per questa edizione, nel segno della protesta: i cantanti e le comparse, infatti, si sono schierati sul palcoscenico per protestare contro la mancata attesa riforma delle fondazioni lirico-sinfoniche e per ricordare che la lirica è un grande patrimonio culturale nazionale, quindi hanno intonato l’Inno di Mameli.

Il calendario della rassegna prevede ben 48 le serate previste fino al 29 agosto, e su questo importante e magnifico palcoscenico operistico verranno rappresentate, per l’estate 2010, oltre alla già citata “Turandot”, l’”Aida” di Giuseppe Verdi, la “Madama Butterfly” di Giacomo Puccini, la “Carmen” di Georges Bizet, il “Trovatore” di Giuseppe Verdi. E Zeffirelli rivestirà i ruoli di regista e scenografo di tutte le cinque opere in cartellone.

http://www.arena.it

  

La stagione estiva lirica e di balletto del Teatro dell’Opera di Roma si svolge, come di consueto da più di settanta anni, nella tradizionale cornice del complesso archeologico delle Terme di Caracalla.

Saranno tre i titoli previsti per questa stagione: “Romeo e Giulietta (01-02-03-04-06 luglio) di Sergej Prokof’ev, con la coreografia di Carla Fracci; “Aida” (15-16-17-23-24-30 luglio e 01-03-05 agosto) e “Rigoletto” (28-29-31 luglio e 04-06-07-08 agosto) di Giuseppe Verdi, dirette rispettivamente dai Maestri Daniel Oren e Steven Mercurio.

Inoltre, l’estate romana prevede un grandioso appuntamento con le note classiche del “Festival Musicale delle Nazioni” nel Giardino della Casina delle Civette a Villa Torlonia.

Il calendario della rassegna sarà decisamente ricco e variegato: dal 1° luglio all’8 agosto gli artisti che prenderanno parte alla manifestazione proporranno le composizioni di Mozart, Schumann, Chopin, Haydn, Debussy, Ravel.

http://www.operaroma.it/

http://www.tempietto.it

  

L’estate toscana è ricchissima di appuntamenti per gli amanti della musica classica.

A Torre del Lago, in provincia di Lucca, la lirica sarà la padrona di casa in occasione del 56° Festival Pucciniano. Dal 16 luglio al 22 agosto 2010, saranno celebrate le eterne melodie di uno dei più grandi compositori dell’Opera mai vissuti.

Il calendario prevede la messa in scena di opere come “La Fanciulla del West”, “Madama Butterfly”, “Tosca” e “Turandot”. Ci sarà, poi, una serata speciale, prevista per il 28 luglio, che vede sul palco la soprano Renée Fleming nel “Renée Fleming Gala Concert”.

Al “Bolgheri Melody” – previsto dal 18 al 31 luglio - a San Vito di Bolgheri, in provincia di Livorno, si esibiranno artisti di fama internazionale. In particolare il 18 luglio, cento maestri della Filarmonica della Scala, diretti dal Maestro Daniel Harding, saranno impegnati in un singolare concerto. Si va dal “Guglielmo Tell” di Rossini alla “Cavalleria Rusticana” di Mascagni, dai “Pagliacci” di Leoncavallo alla “Sinfonia no. 5” di Cajkovskij, per una serata davvero imperdibile.

http://www.puccinifestival.it

http://www.bolgherimelody.com

  

Monti, boschi, laghi: questo sarà il singolare palcoscenico che ospiterà la XVI edizione de “I Suoni delle Dolomiti”, un festival della musica “in quota”, un evento davvero unico nel suo genere.

A partire dal 20 giugno e fino al 27 agosto, le montagne del Trentino Alto Adige faranno da sfondo ai suoni di musicisti provenienti da tutto il mondo. Non solo musica classica, ma anche jazz, world music, canzone d’autore.

Arte e bellezze naturali: un binomio vincente, che sarà riproposto anche in questa estate 2010.

Ancora una volta, gli artisti raggiungeranno le cime dolomitiche e si esibiranno nelle radure o nei pressi dei numerosi rifugi in alta quota - veri e propri teatri naturali in cui la musica sarà la protagonista assoluta, ma in piena sintonia con l’ambiente circostante - di fronte a un pubblico che avrà percorso a piedi gli stessi sentieri.

http://www.isuonidelledolomiti.it

Rinato grazie al recente restauro e alla conseguente opera di riqualificazione, il Teatro Grande degli Scavi di Pompei farà da cornice alle esibizioni estive dell’Orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala: una serie di eventi davvero speciali inseriti nel programma del “Campania Teatro Festival 2010”.

Diverse le date previste nel mese di luglio.

Il 4 saranno presentati i capolavori più celebri di Giuseppe Verdi tratti dalle sue più importanti opere: “Il Trovatore”, l’”Otello”, i “Vespri siciliani”, per citarne solo alcune.

Il 13, il 15 e il 17 andrà in scena il dramma e i colpi di scena della “Tosca” di Puccini con l’Orchestra e il Coro del Teatro San Carlo.

Il 22 luglio, invece, sarà la volta della cantata scenica dei “Carmina Burana” di Carl Orff, per la direzione di Nicola Luisotti.

http://www.teatrosancarlo.it

 

Torna il Festival “Aosta Classica”, giunto ormai alla quindicesima edizione. Una manifestazione che da tempo propone il meglio della musica classica senza, però, dimenticare di volgere lo sguardo anche alla musica contemporanea.

Ci sembra doveroso segnalare la presenza di grandi ospiti, italiani e internazionali, provenienti da diverse realtà, che garantiscono lo svolgimento di una rassegna veramente completa – come ogni anno - con proposte per tutti i gusti.

Più dettagliatamente, nella serata del 18 luglio, il Teatro Romano di Aosta, ospiterà uno dei massimi interpreti della musica classica internazionale: Uto Ughi, un virtuoso del violino, che incanterà il pubblico con il prezioso accompagnamento dei Filarmonici di Roma, magistralmente diretti, anche in altre occasioni, dal Maestro Ughi.

Il cartellone relativo alla musica classica è, anche in questa edizione del 2010, caratterizzato da appuntamenti di qualità indiscutibile e, oltre alla presenza del famoso violinista italiano, altri importanti artisti si contenderanno il palcoscenico della manifestazione aostana.

http://www.aostaclassica.it

 

 

Denise Marianacci