Mostra di Caravaggio alle Scuderie del Quirinale a Roma

 

Caravaggio non dipinse molto in vita sua. Perché la vita prese spesso il sopravvento sull’arte. nonostante ciò, nel corso dei secoli sono state attribuite a Michelangelo Merisi molte opere. Per alcuni troppe, per altri semplicemente dubbie.

Caravaggio, come non l’avete mai visto. La mostra alle Scuderie del Quirinale vuole offrire al pubblico solo e soltanto la produzione certa, la summa indiscutibile del Maestro.

L’intera carriera artistica di Caravaggio sarà rappresentata lungo i due piani espositivi delle

Scuderie in un percorso che non sarà strettamente cronologico, ma teso ad esaltare il confronto tra tematiche e soggetti uguali. Così accanto a Ragazzo con il canestro di frutta, una delle più importanti opere giovanili, si vedrà il Bacco degli Uffizi, dove Caravaggio dipinse un’altra eccelsa natura morta, due opere che mai sono state messe prima a confronto diretto, senza contare l’eccezionale presenza della Canestra di frutta della Pinacoteca Ambrosiana, mai uscita prima dalla sua sede.

Questo confronto diretto tra soggetti caravaggeschi vuole essere il fil rouge della mostra. E

quindi ancora, in ambito sacro, si vedranno, messe a confronto alcune delle grandi pale d’altare romane e altre del periodo siciliano, tra cui il Seppellimento di Santa Lucia, quasi dipinta in articulo mortis, e che rappresenta il punto estremo della tragica parabola esistenziale del Merisi.

 

 

Per informazioni:

Roma, Scuderie del Quirinale

19 febbraio – 13 giugno 2010

www.scuderiequirinale.it