Milano per l'altra metà del cielo

Milano non è soltanto gioiellerie, boutique, showroom e design. Moda e vetrine sono solo una parte di ciò che il capoluogo lombardo ha da offrire ai suoi concittadini e turisti. Nel 2016, la città mostra il suo volto più umano, organizzando l’ormai noto Festival dei Diritti Umani negli spazi della Triennale di Milano, dal 3 all’8 maggio.

Il direttore, Danilo de Blasio, con quest’opportunità intende portare alla luce il dibattito su tutte le lacune dell’Italia (e non solo) circa i diritti umani, primo fra tutti il “non-diritto” ad essere donna, insieme a tutte le violazioni dei diritti umani più diffuse, come ad esempio il diritto a professare la propria religione, il diritto a rivedere l’interpretazione (erronea) di un passo di un testo sacro, che preveda, ad esempio, la mutilazione genitale e l’esistenza di spose-bambine.
Il Festival dei Diritti Umani intende trasmettere il messaggio usando la forza evocativa dell’audiovisivo. Emozione e ragione, decine di ospiti tra intellettuali e studiosi di spicco, testimoni di drammatiche violazioni dei diritti umani, che come le piante pioniere, nascono in condizioni avverse, su terreni difficili, tuttavia riuscendo a trasformarli, garantendo che altre piante possano attecchire. Una ricca programmazione, scandita giorno per giorno da attività di gruppo, quali la visione di documentari educativi e legati a casi di violazione dei diritti umani, convegni con ospiti e collaboratori – ciascuno specializzato nel suo campo di ricerca ed esposizione –, cortometraggi e lungometraggi riguardanti tutti quei drammatici scenari in cui viene meno il riconoscimento stesso del diritto umano.
Amnesty International, per l’occasione, è responsabile generale di una mostra fotografica itinerante sui diritti delle donne e i matrimoni precoci e forzati in Burkina Faso. La mostra comprende gli ultimi scatti di Leila Alaoui – la fotografa marocchina rimasta uccisa nell’attentato di gennaio 2016 a Ouagadougou, dove si trovava proprio per il lavoro commissionato da Amnesty International.

Festival dei Diritti Umani
“DIRITTI SULLA TERRA PER LA META’ DEL CIELO”
3-8 maggio 2016
Triennale di Milano
www.festivaldirittiumani.it
Yuri Fronteddu