La cucina di Giorgione, quella che non bada alle calorie

Giorgio Barchiesi, ben distante dall’immagine formale degli chef televisivi in voga oggigiorno, è uno dei volti del Gambero Rosso Channel ed è meglio conosciuto col nome di Giorgione.

‘Orto e Cucina’ è il suo programma, qui verdure e legumi la fanno da padrone così come l’olio – esclusivamente extravergine d’oliva – e il burro che sono sempre nelle mani del conduttore e cuoco, segno di una cucina che non considera le calorie nel piatto, ma la qualità dei prodotti e il gusto.

Giorgione compare in tutta la sua naturalezza sullo schermo così come nella vita reale nel suo ristorante ‘Giorgione Alla Via di Mezzo’ collocato a Montefalco in provincia di Perugia.

‘Mai fidarsi dei cuochi magri’ è questa una delle dicerie che ricorre nel mondo culinario, ebbene con Giorgione non si corre alcun rischio: alto, con la barba e con quei chili di troppo… quelli che ti fanno fidare della cucina di uno chef. Di quei cuochi di una volta, meno coinvolti nel dover apparire e più partecipi nella produzione di piatti che, come nel caso di Giorgio Barchiesi, ritrovano la semplicità e la genuinità di campagna.

Il ristorante rispecchia il carattere del conduttore: l’atmosfera è rustica con tavoli e sedie in legno, tovagliette di carta riciclata. Non ci sono effetti speciali particolari o impiattamenti pirotecnici e mancano di certo anche le bevande più ricercate: a disposizione acqua e vino, non serve altro.

Giorgione si presta, è sempre presente, sorridente e disponibile con i suoi ospiti. Il menu è fisso, varia quasi tutti i giorni ed è infinito: si comincia con un enorme buffet di antipasti con il quale si va avanti finché si vuole, poi si dà il via alle danze con la lunga sequenza di primi-secondi-contorni-dolci. Alcuni esempi? Tagliatelle al ragù bianco di cinghiale o con i broccoli, ravioli ai funghi porcini e tartufo o fettuccine con sugo di carne. Per i secondi lo stinco di vitello, l’arista di maiale, e i vari tipi di arrosti la fanno da padrone. I dolci non sono da meno, di solito viene proposto un tris di torte fatte in casa, solitamente una al cioccolato, una alle mandorle e una più soffice. Caffè, grappa e una immancabile bottiglia di Rosso di Montefalco della casa completano la gustosa cornice.