Il giro del mondo in 10 spiagge

Quali sono le spiagge più belle del mondo? In questa nostra personale classifica vi mettiamo di fronte alle location migliori in cui passare l’estate, nella speranza che possiate non limitarvi esclusivamente alle foto ma riusciate a visitare, prima o poi, questi territori paradisiaci.

In un ideale giro del mondo tocchiamo praticamente tutti i continenti  e tutti i migliori mari che bagnano le nostre coste. Non ci resta che augurarvi buon viaggio e buone vacanze … meglio se in una di queste spiagge.

Anse Source D’Argent, Seychelles – Un tratto costiero mozzafiato per una delle spiagge più belle e caratteristiche al mondo. Qui enormi sassi granitici formano sculture che emergono dalla sabbia per poi tuffarsi nel mare. I colori straordinari dei pesci che popolano le acque non sfuggono nemmeno ad un occhio disattento e riflettono le loro sfumature creando dei giochi di luce ipnotici. Anse Source d’Argent è una delle spiagge più fotografate al mondo e, semmai capiterete in questa fantastica terra, non farete fatica a capirne il perché.

Ramla Bay, Malta – Probabilmente la spiaggia più bella di tutta l’isola. Ci troviamo in un ampio braccio di sabbia scarlatta, chiamata dagli abitanti del posto “Ramla il-Ħamra” – la Spiaggia di Sabbia Rossa. Ramla è un posto magnifico per nuotare, fare snorkeling e rilassarsi al sole. Ciò che rende questo litorale ancor più godibile è il fatto che è quasi interamente incontaminato: presenti pochissimi bar e locali turistici, per il resto è solo contatto con la natura. Il mare è limpido ed azzurro, ed è dotato di fondali ricchi di fauna marina, perfetti per le immersioni subacquee.

Hvar, Croazia – Rimaniamo nel Mediterraneo per scoprire la costa croata di Hvar, l’antica Lesina, che tra giugno e luglio al verde delle vaste distese di alberi aggiunge il viola della lavanda in fioritura. Hvar è un’isola decisamente e piacevolmente bucolica, le spiagge per questo motivo sono poco turistiche ma chi riesce a raggiungerle può godere di una totale immersione nella natura tra mare cristallino e verde incontaminato. Il viola della lavanda sullo sfondo, poi, non fa altro che abbellire un paesaggio già di per sé clamorosamente bello.

Negril, Jamaica – Località caraibica conosciuta per le lunghissime spiagge che si affacciano su baie dalle acque basse, calme e cristalline. Seven Mile Beach, e in particolare il tratto che comprende Long Bay, è un susseguirsi di locali, ristoranti e resort dove il viaggiatore ha solo l’imbarazzo della scelta su dove soggiornare, dormire e mangiare. Il nome di questa località deriva da Negrillo, dato alla zona dai colonizzatori spagnoli arrivati alla fine del 1400. Proprio in epoca coloniale le coste di questo centro furono occupate dai pirati, che vennero successivamente cacciati dalla Marina britannica.

Ipanema Beach, Brasile – Assieme all’adiacente Copa Cabana, Ipanema è forse la spiaggia più famosa non solo di Rio, ma di tutto il Brasile. Un lembo di terra meraviglioso sia con la gente che senza, di giorno e di notte, con il brutto e il bel tempo. A Ipanema si respira lo spirito brasiliano puro, il vivere la spiaggia in tutto e per tutto.  Stupendo il momento del tramonto all’Arpoador e l’applauso di tutta la gente per il sole che sparisce all’orizzonte. Un’occasione speciale, da brividi, che va vissuta almeno una volta nella vita.

Maya Bay, Thailandia – Voliamo dall’altra parte del globo per andare alla scoperta di una delle spiagge più famose al mondo. Se il nome in un primo momento non vi dice nulla provate a ricordare il film The Beach con Leonardo Di Caprio. Ecco, Maya Bay è proprio la location in cui la pellicola è stata girata. Dopo il successo al botteghino questo spettacolare tratto costiero è stato letteralmente assalito da turisti provenienti da ogni parte del mondo, tanto da costringere le autorità locali a limitare l’accesso alla spiaggia per preservare una bellezza unica al mondo.

Bondi Beach, Australia – La spiaggia per gli amanti del surf. L’Australia è il Paese principe di questa disciplina e Bondi Beach è una delle mete preferite sia per i turisti che per chi ama cavalcare le onde. Una spiaggia caratteristica il cui nome, in lingua aborigena, descrive alla perfezione la zona. Bondi Beach, infatti, tradotto significa rumore dell’acqua che si frange sulle rocce.

Belle Mare, Mauritius – Basterebbero forse le parole di Charles Baudelaire per descrivere questa terra. Il poeta francese parla di Belle Mare come “terra profumata e baciata dalle carezze del sole”. Ci troviamo nella costa orientale delle Mauritius, in pieno oceano indiano, con la barriera corallina che accompagna il litorale creando giochi di colore e luci. Un paradiso tropicale particolarmente adatto durante la nostra stagione estiva grazie ad un clima mite che permette al turista di vivere al meglio questa terra.

Waikiki, Hawaii – Parlando di spiagge più belle al mondo non possiamo non tener conto delle iconiche Hawaii. Waikiki è la location delle nozze tra Kurt Cobain e Kourtney Love e fu terra di villeggiatura già nell’800, quando personalità del calibro dello scrittore Robert Louis Stevenson decisero di soggiornarci. Oggi Waikiki è una località molto turistica, raggiunta da migliaia di viaggiatori ogni anno. Molti di questi sono surfisti che arrivano fin qui per cavalcare i leggendari mari hawaiani.

Spiaggia dei Conigli, Italia – Non potevamo che concludere con la fantastica, e italianissima, spiaggia dei Conigli di Lampedusa. Ad una prima occhiata vi sembrerà di essere in una località caraibica ma questa location, invidiata a livello internazionale, è tra le eccellenze turistiche del nostro Paese. Dichiarata da TripAdvisor come spiaggia più bella del mondo, è davvero difficile trovare le giuste parole per descrivere le sensazioni che questa meta preziosissima riesce a trasmettere ai fortunati che la visitano.