"I pi ricchi siamo noi ?"

 

L’imprenditore messicano Carlos Slim Helù, con il suo patrimonio stimato di circa 75,2 miliardi di dollari è l’uomo più ricco del mondo. A posizionare al primo posto della sua classifica che, ogni anno proclama i dieci personaggi più ricchi della terra, il magnate delle telecomunicazioni, la rivista americana Forbes. Helù detiene infatti il controllo di tre delle più importanti compagnie del continente, la Telmex, la Telcel e l’ America Movil, che, insieme, gestiscono circa il 73% del traffico di telefonia mobile dell’America latina, con oltre 100 milioni di utenti. Tuttavia l’impero di Carlos Slim Helù va ben oltre il mondo delle telecomunicazioni, allargandosi a banche e catene di ristoranti, piantagioni di tabacco e retailer informatici, oltre a vantare il 3% delle azioni in Apple. La sua collezione di oltre 70mila oggetti d’arte annovera capolavori di Leonardo Da Vinci, Tiziano, Tintoretto, Rubens, Dalì, Modigliani, Chagall, Mirò, Gauguin e Rodin. 

 

Ma tornando alla classifica di Forbes, mantiene saldo il suo secondo posto, come del resto nel  2011, ma con un patrimonio cresciuto rispetto allo scorso anno e che ammonta a 61miliardi di dollari, il magnate della Microsoft Bill Gates. E se  “the legendary investor” Warren Edward Buffet, dalla prima posizione ricoperta nel biennio 2007/ 2008 scivola, nel 2012, al terzo posto, con il suo bel gruzzolo di 44 miliardi di dollari, Bernard Arnauld, patron della maison Louis Vuitton, scalza dal quarto posto Ingvar Kamprad, ovvero “mister Ikea”, scivolato fuori dalla classifica 2012.

 

Amancio Ortega Gaona, l’imprenditore spagnolo, fondatore della catena internazionale di negozi di abbigliamento Zara, nonostante sia l’uomo più ricco d’Europa, a livello mondiale deve accontentarsi di un modesto quinto posto. La rivista Forbes assegna il sesto posto a Lawrence Ellison, detto Larry,  uno studente troppo disinteressato e distratto per ottenere grandi risultati all’Università dell’Illinois e che, abbandonati gli studi,  rinunciando alla laurea in seguito alla morte della madre adottiva, iniziò ad appassionarsi al mondo dell’informatica. Nel 1977 fondò la Oracle Corporation diventata una potenza nell’informatica mondiale con il database Oracle, il suo prodotto di punta, e con i suoi oltre 200000 clienti al mondo. E se il settimo e l’ottavo posto spettano rispettivamente all’imprenditore brasiliano Eike Fuhrken Batista ed allo svedese Stefan Perrson, fondatore della compagnia di moda e di negozi Hennes & Mauriz, meglio noti come H&M, in fondo alla classifica dei paperoni 2012 troviamo l’imprenditore cinese Li Ka-Shing ed il tedesco Karl Hans Albrecht la cui fonte di ricchezza è l’azienda ALDI, attiva nel settore della GDO.

 

Questi i 10 fortunati magnati del 2012 secondo Forbes. Hanno concluso il 2012 con una ricchezza in crescita di 241 miliardi di dollari. Per loro la crisi mondiale rappresenta solo una lontana realtà.