Fiera Roma e Conservatorio Santa Cecilia: un sodalizio nel nome del bello, dell’arte e della musica

E’ stata ufficialmente annunciata ieri sera presso la sede del Conservatorio Santa Cecilia di Roma la partnership stretta tra l’Accademia musicale e Fiera Roma. La scuola di musica, tra le più importanti e prestigiose a livello europeo (che ha formato, tra gli altri, anche Ennio Morricone) stringe un sodalizio con Fiera nel nome del bello, dell’arte, della musica e della cultura. Un modo per valorizzare ancor di più ciò che Roma ha da offrire sia al suo pubblico che a quello internazionale, un’occasione che promuove le eccellenze capitoline grazie ad una sinergia tra due realtà affermate e attive come il Conservatorio e Fiera.

La partnership viene stretta in concomitanza del 140esimo anniversario della nascita del Santa Cecilia e, per l’occasione, è stato organizzato un concerto nell’auditorium del conservatorio. Riproposte opere di compositori storici come Debussy,  Respighi, Mozart e Morricone, presentato da Luciano Michelini nelle note di “C’era una volta il West” e “Nuovo Cinema Paradiso”.

Note e musica per celebrare la partnership, occasione giusta quella di ieri anche per presentare un libro, scritto da Domenico Carboni e edito da Zecchini, che racconta la storia della scuola di musica. “Storia del Conservatorio di Musica S. Cecilia di Roma“, questo il titolo del volume che racconta aneddoti, curiosità, eventi e artisti che hanno legato il proprio nome a quello del conservatorio.

“Una sinergia per Roma” ha detto l’Amministratore Unico di Fiera Roma Pietro Piccinetti, “per rispondere meglio, insieme, all’impegno, quotidiano e intenso, di conservare e accrescere una grande immagine, nazionale e internazionale”.