Il cuore di Israele, tra tradizione e innovazione

Tradizione ed innovazione.

Due parole che sintetizzano gli aspetti più interessanti delle due più significative città di Israele: Gerusalemme e Tel Aviv. Le due città, si specchiano l’una nella storia dell’altra, completandosi a vicenda e fornendo aspetti inediti della medesima realtà.

Un esempio?

L’arte!

Se l’Accademia di Belle Arti Bezallel ha avuto la sua genesi a Gerusalemme nel 1906, quindi alquanto prima della nascita del giovane Stato di Israele, che ha appena compiuto 70 anni, oggi è Tel Aviv che riesce a far conoscere in tutto il mondo i designer israeliani, soprattutto di interni, che sanno fare scuola.

Tel Aviv è inestimabile fucina di idee e di tendenze e la vita di ogni giorno rispecchia questa straordinaria caratteristica.

Definita come la Start up City, a Tel Aviv si vive di giorno e di notte spezzando con vitalità quelli che sono i ritmi più tradizionali: si fa jogging e ginnastica sulla spiaggia la mattina alle cinque o la sera persino a mezzanotte, non dimenticando magari di fare surf sulle splendide spiagge cittadine la mattina all’alba: 14 km di costa adattissima ai bambini, con acqua pulitissima e bassa, dove la vita da spiaggia viene affrontata con grandissima gioia.

E la sera?

I bagni cittadini si trasformano in locali e fantastici disco bar.

Dalle 18.00 in avanti, basta una maglietta sopra il costume da bagno, ed ecco: è tutto pronto per vivere la notte, tra danze, musica e cibo favoloso: senza dimenticare una buonissima birra proveniente da uno dei birrifici artigianali che sorgono intorno alla città.

Tutto vicinissimo, tre ore di volo dall’Italia e oltre 70 voli settimanali si arriva in un paradiso di arte e divertimento, dove la vita da spiaggia è garantita dal marzo a novembre. Le temperature a gennaio? Tra il 18 e i 22 gradi… quando si è sfortunati.

Per chi poi vorrà unire al mare e al divertimento anche uno sguardo all’arte e alla storia, ecco il quartiere Bauhaus, la Città Bianca di Tel Aviv, alla scoperta di uno stile architettonico davvero originale.

Meno di un’ora di viaggio e si arriva a Gerusalemme la “Bella” come la definiva la tradizione.

La bellezza di questa città sarà veramente sorprendente se si riuscirà ad arrivarvi di sera, al tramonto, salendo a 800 metri di altezza. La città è circondata da monti, la cui conformazione è di per sé estremamente affascinante.

Spiritualità, ma anche modernità: dal quartiere Mamilla si arriverà alla città Vecchia, gioiello unico, inestimabile, 4 quartieri che illustrano una storia infinita, dove ogni pietra, da quelle del Santo Sepolcro a quelle del Muro occidentale, racconta i millenni passati.

Gerusalemme e Tel Aviv: un unico respiro tra tradizione e innovazione!!

Vieni a scoprire tutte le fantastiche offerte! Visita il sito: it.citiesbreak.com