Azzorre: nove meraviglie al naturale

Nome: Sao Miguel, Terceira, Sao Jorge, Santa Maria, Pico, Faial, Graciosa, Flores, Corvo. Cittadinanza: Portoghese.
Segni particolari: ad ognuna di esse la tradizione assegna un colore, rosa e blu come le ortensie, nero come il basalto, bruno caratteristico delle scogliere e verde come le immense vallate, infine il bianco tipico dei mulini stagliati sui prati. Sono delle perle, le perle dell’Atlantico, che rispondono al nome di Azzorre, o se preferite riconoscerle nel loro idioma, le chiameremo Açores.
Le Azzorre continuano a conservare la loro importanza sia per essere l’unico arcipelago europeo che ha custodito incontaminata la sua natura, ma soprattutto per essere diventate un’importantissima metà turistica sia per gli Europei, ma anche per gli Americani, vista la favorevole posizione: a metà strada tra l’Europa e l’America del Nord. Il verdeggiante paesaggio montuoso e la straripante natura dell’arcipelago offrono ai turisti esperienze davvero inusuali. Le vacanze in questi nove paradisi terrestri sono contrassegnate da intenso relax, e tranquillità, ma anche il più ozioso dei villeggianti non sarà in grado di resistere ai numerosi sport che la località mette a disposizione: tutti quelli da mare, in più trekking, parapendio, escursioni in bici, golf, itinerari naturalistici, vulcanismo, birdwatching, ed avvistamento cetacei; infatti le acque che circondano l’arcipelago sono dimora per balene, delfini e capodogli, e sono presenti da così tanto tempo e in quantità tale, che una volta queste zone erano meta per i cacciatori di balene. Oggi invece questa tipica attività è stata trasformata in un’opzione escursionistica ed ecosostenibile, molto apprezzata in particolar modo dai bambini e dalle famiglie che villeggiano sull’ affascinante arcipelago atlantico, a cui è offerta la possibilità di vedere un museo sul tema: “Museo da Industria Baleeira” che mette in mostra apparecchiature e strumenti usati per l’approvvigionamento e per la trasformazione dei cetacei in olio e farina.
Tutti questi vantaggi hanno fatto in modo che le Azzorre diventassero una delle mete più scelte, soprattutto dagli Italiani, e forse grazie anche a King Holidays. Si, perché King Holidays, operatore turistico internazionale, per il terzo anno consecutivo, non solo promuove per il mercato turistico italiano questa perla incastonata nelle acque dell’Atlantico, tra Lisbona e New York; ma in seguito all’apertura del collegamento diretto da Milano nel 2008, e nel 2009 da Roma Fiumicino, con la compagnia FlyLal, King Holidays punta al consolidamento della destinazione inserendo importanti novità come itinerari e tour. Quindi sarà possibile avere a disposizione un nuovo catalogo dedicato alle Azzorre con proposte originali estese fino al mese di ottobre  e non finalizzate unicamente all’estate, comprendendo così la bassa stagione servita dai collegamenti della Tap Portugal.

Roberta Cesari

INFO AZZORRE
www.driveout.it
www.azzorre.it
www.kingholidays.it/