Motor Show, tra storia e innovazione

Una gloriosa sfilata di auto d’epoca in stile “Mille Miglia” ha attraversato Bologna, inaugurando la trentaquattresima edizione del Motor Show, il più grande salone italiano dell’automobile. Aperta ai suoi visitatori fino all’8 dicembre, questa edizione si dimostrerà completamente innovativa. Gli organizzatori dell’evento non si sono fatti spaventare dall’assenza di brand come Fiat, Renault e Bmw-Mini. Questa sarà un’edizione all’insegna della storia dell’automobile e particolare attenzione sarà posta al coinvolgimento del pubblico.

 

Vecchie glorie nostrane come la Ferrari 330 GTC – celebre vettura di Granturismo Ferrari firmata da Pininfarina – , la Fiat 1100/103 degli anni Cinquanta, la mitica Topolino (Fiat 500A), la storica Cinqucento e l’Alfa Romeo 2600 Touring del ’63 saranno esposte nel padiglione 25. Dall’estero arrivano “celebrità” come una Aston Martin DB MK3 del ’57, una Austin Mini Cooper e un esemplare di Peugeot 401 Limousine del ’43 il cui contachilometri ne segna soltanto mille. In rappresentanza degli Stati Uniti farà bella mostra una Chevrolet Corvette mentre protagonista europea sarà la tedesca Porsche 911.
Ma le auto storiche non si faranno solo ammirare da ferme. Quasi ogni giorno scenderanno in pista per allietare l’udito degli spettatori con il rumore dei loro motori rombanti e per dimostrare di cosa sono ancora capaci.

 

Per gli amanti del rally il 7 e l’8 dicembre nella MotorSport Arena saranno esposte una Lancia Stratos Alitalia ex -Munari, vettura con cui Sandro Munari vinse il suo ultimo Rally di Montecarlo nel 1977 e nello stesso anno utilizzata da Attilio Bettega al rally della Valle d’Aosta come premio per la vittoria nel Trofeo A112 Abarth. Altre “vincenti” da ammirare saranno la Lancia 037 Martini con cui Markku Alen partecipò arrivando 4° assoluto al Safari Rally 1984, la Fiat 131 Abarth Alitalia che vinse il Mondiale Marche Rally nel 1978 e la Lancia Stratos Chardonnet con cui Bernard Darniche si aggiudicò il campionato europeo rally nel ’77.

 

Anche per le due ruote carrellata storica con la star Gilera Saturno 500 del 1949, una Bianchina del 1951, una DKW "175 compressore corsa" del 1927, la Horex 350 Granturismo del 1956.
Dalla tradizione all’innovazione: la nuova Koenigsegg CCXR, con la sua linea tesa e le sue prestazioni esagerate strabilierà per la prima volta in assoluto il pubblico italiano.

 

E poi tanto intrattenimento per i visitatori. Quest’anno l’invito è rivolto soprattutto ai giovani – anche il prezzo del biglietto, dimezzato, si presenta a loro più consono – e il proposito è quello di divertirli e coinvolgerli attraverso un calendario denso di eventi sportivi quali gare di velocità, rally motard e l’entusiasmante freestyle. I più intraprendenti, seguiti dagli istruttori,  potranno provare diverse marche e modelli di automobili tra cui l’ Alfa Romeo MiTo Multiair 135 CV, la Bmw X1, la Citroen nuova C3 1.6 VTi 120 CV Exclusive Style, la dr5 Ecopower i-integrale, la Punto Evo 1.3 16V Start&Stop 3 porte, la Ford Focus RS 2.5 T, la Hyundai i20, la Kia nuova Sorento, la Mercedes E 63 Amg, la Mini, la Porsche Cayman S, la Smart Fortwo Cabrio Brabus, la Suzuki Swift 1.6 Sport 3 porte e la Toyota nuova Prius 1.8
L’area 42/2 sarà invece dedicata a un evento inedito il “Tractor Pulling”: diversi mezzi si confronteranno nello spettacolare traino di un apposito rimorchio zavorrato.
Confermata la presenza del Centro Guida Sicura Aci-Sara di Vallelunga e quella di Subaru con i piloti della Subaru Speed Control, ma soprattutto quella di Valentino Rossi e Giancarlo Fisichella.

 

L’edizione 2009 sarà dunque «un ritorno alle origini» , a quando nel 1976 il Motor Show nacque come un concentrato di gare sportive su due e quattro ruote. “Sarà un’edizione straordinaria, che abbiamo deciso comunque di fare per il nostro pubblico, per la nostra storia e per il territorio” ha dichiarato Giada Michetti, amministratore delegato di Promotor International, la società controllata da Gl Events che organizza la manifestazione.

 

Eleonora Bracalenti

 

www.motorshow.it